Inter, Spalletti: “Brozovic non posso escluderlo: ha il piede con la bussola direzionante”

Twitter

L’Inter, dopo l’importante pareggio in Champions League contro il Barcellona, riparte contro l’Atalanta in campionato. Una sfida importante e da non sottovalutare soprattutto considerato il momento di forma degli avversari che hanno stra vinto le ultime gare in Serie A.

Spalletti lo sa e nella consueta conferenza stampa di vigilia lo ha sottolineato mettendo l’Inter in guardia dai pericoli che la partita potrà palesare. Vincere prima della pausa nazionali sarà oltremodo vitale per il campionato nerazzurro.

Inter, Spalletti: “Brozovic come Pjanic. Nainggolan va apprezzato”

L’allenatore dell’Inter ha fatto il punto sulla situazione della rosa in cui figura più di un giocatore alle prese con qualche acciacco:

Il più stanco è Brozovic come minutaggio e come extra che ci mette personalmente nelle partite per corsa e qualità. Però è quello che fa partecipare tutta la squadra alla manovra, per cui va valutato bene oggi. Nainggolan si è messo a disposizione e ha fatto anche bene per quelle che erano le sue possibilità, ma è chiaro che non sia al top. Difficilmente sarà della gara, ma va apprezzato il suo volerci essere.

Ancora su Brozovic:

Lui come Pjanic? Il paragone per me ci sta. Quando a Roma decidemmo di invertire la posizione di Pjanic e Nainggolan si scatenò il putiferio, ma non sono io che l’ho fatto, sono loro che hanno fatto vedere di avere quelle caratteristiche. E si potrebbero anche invertire di nuovo perché sono calciatori top. Brozovic è su quella strada, ha il piede con la bussola direzionante.

Sul modulo che l’Inter utilizzerà più frequentemente, Spalletti, non ha dubbi:

Si va avanti così perché con il regista basso e due mezzali ti dà più soluzioni offensive, l’altra te ne dà meno e qui vengono chiamati in causa anche i terzini ma magari ne parliamo la prossima volta.